Gatto in camper: 10 consigli per vivere fantastiche avventure on the road

  • Sara
  • 15 Luglio 2023
  • 3 minuti e 12 secondi

Ami viaggiare in camper e vorresti portare a bordo il tuo gatto? Ti aspettano meravigliose avventure! Tieni a mente però che potrebbe volerci un po’ di tempo per abituare il tuo gatto alla vita da camperista, soprattutto se non ha mai fatto viaggi su strada se non quelli per andare dal veterinario.

Noi con il nostro Sakè siamo stati super fortunati e l’abbiamo abituato fin da subito agli spostamenti, quindi quando il van è diventato a tutti gli effetti la nostra casa il passaggio è stato molto semplice. Ora viviamo a bordo da un anno e mezzo ed eccoti 10 consigli per un viaggio in camper all’insegna del divertimento a 2 e 4 zampe!

1 - Permetti al gatto di abituarsi alle curve e ai rumori della strada

Anche un semplice sorpasso di una moto potrebbe far spaventare il tuo micio per via del rumore improvviso, quindi se non è già abituato agli spostamenti su strada inizia con un breve giro dell’isolato vicino a casa a bordo dell’automobile, dandogli il tempo di abituarsi ai rumori del motore e ai sobbalzi nell’abitacolo.

2 - Fai salire il gatto a bordo del camper per perlustrare la sua nuova casa

Permetti al tuo gatto di conoscere il camper, di annusarne ogni angolo, lasciare traccia di sé (beh ovvio se non fa pipì in giro è meglio!), capire i suoi angolini preferiti e soprattutto passa qualche oretta in serenità a bordo con lui in modo che possa fidarsi della nuova situazione.

3 - Porta a bordo del camper qualche oggetto conosciuto dal tuo micio

Se il tuo gatto ha una sua cuccia , un cuscino, un peluche o un giochino porta tutto a bordo in modo che possa facilitarlo a sentirsi a casa.

4 - Porta a bordo del camper il trasportino se sei abituato ad usarlo

Se il tuo gatto è abituato a stare nel trasportino permettigli di farlo anche in camper se lo aiuta a stare più tranquillo. Altrimenti, prova ad utilizzare un guinzaglio legato ad una cintura di sicurezza in modo da evitare che il micio che possa saltare in giro mentre sei alla guida.

Per legge gli animali non possono rimanere liberi nell'abitacolo quando si è in movimento.

5 - Fai in modo che il gatto abbia ciò che gli serve nel quotidiano

Trova un luogo ideale per la lettiera e usa la sabbietta alla quale il tuo micio è abituato almeno all’inizio per aiutarlo a sentirsi meno stressato. Successivamente puoi comprare quella che trovi in giro variando più spesso come facciamo noi che siamo sempre in posti diversi.

6 - Porta a bordo del camper le ciotole del tuo gatto

Porta a bordo una ciotola per l’acqua e una per il cibo (oltre ad assicurarti una scorta di acqua e cibo nel camper) che potresti portare con te in giro se provviste di gancio per moschettone (noi usiamo queste e ci troviamo benissimo).

7 - Viaggia nelle ore meno calde e individua zone in ombra per le tue soste

Noi solitamente ci spostiamo in mattinata o nel tardo pomeriggio, sapendo già dove andremo a piazzarci. A bordo del nostro van non abbiamo il condizionatore, ma se fa molto caldo sfruttiamo le ventole di raffreddamento (oltre a lasciare il camper all’ombra) quando siamo fermi e abbiamo un pratico tappetino rinfrescante per gestire i giorni più caldi (non chiederci come ma rimane fresco senza bisogno di metterlo in frigo!).

8 - Se temi che una volta fermi il tuo gatto possa scappare prova ad abituarlo alla pettorina

Noi abbiamo iniziato ad abituare Sakè alla pettorina quando aveva 40 giorni (ti lasciamo qui e i nostri consigli): è buffo vederlo al mattino mettersi in posizione vicino al sedile per lasciarsi vestire e poi scendere dopo Olimpia, la nostra Rottweiler. Noi parcheggiamo sempre in libera quindi teniamo i nostri animali sempre al guinzaglio, se prevedi di andare in campeggio informati prima se gli animali sono ammessi.

9 - Tieni a bordo un tiragraffi.

Noi ne abbiamo due, uno attorcigliato alla gamba del tavolino della dinette, l’altro è un pratico tappetino che spostiamo un po’ dove capita. In questo modo i tessuti dei sedili sono “quasi” del tutto immacolati.

10 - Programma le tue avventure quando prevedi di lasciare il gatto da solo a bordo del camper

Può capitare che ci siano luoghi nei quali gli animali non sono ammessi oppure che il tuo gatto sia stanco e preferisca stare a bordo invece che uscire a gironzolare con te, quindi ti consigliamo di programmare il tempo in cui starai lontana/o dal camper in modo da non lasciare il tuo micio troppo solo o esposto a temperature non idonee.

Ricordati di viaggiare con i documenti del tuo animale

Oltre ad essere obbligatorio per legge, se dovessi aver urgente bisogno di un veterinario sarà più facile per lui accedere ai dettagli relativi alle vaccinazioni e alle cure pregresse.

Quali documenti servono?

  • se viaggi in Italia ti basteranno microchip e libretto sanitario
  • se viaggi in Europa ti servirà il passaporto che si ottiene con il vaccino antirabbia
  • se pensi di viaggiare in paesi extraeuropei parti per tempo perché ti servirà la titolazione del vaccino contro la rabbia.

Se vuoi più informazioni in merito trovi tutto in questo articolo dedicato.

Ora che sulla teoria sai tutto non ti resta che mettere in pratica i nostri consigli e vivere fantastiche avventure. Ricorda che sei responsabile delle tue scelte, presta sempre attenzione al benessere del tuo animale e non metterlo in pericolo per una scelta di egoismo. Siamo sicuri che se il tuo micio sentirà la tua tranquillità e la tua fiducia anche per lei/lui sarà tutto più facile.

Se hai ancora dubbi su come fare ad abituare il tuo gatto al guinzaglio puoi trovare i nostri consigli in questo video ⤵️

comments powered by Disqus

Articoli consigliati

Storie di straordinaria follia: Puntata Turca

Storie di starordinaria follia è un podcast nato un po’ per caso, un po’ grazie a un’intuizione, un po’ perché c’è ancora chi ha voglia di raccontare e ascoltare cose belle.

Leggi

Pamukkale: Tra rovine e bellezza nascosta, vale la pena visitarla?

Uno dei siti più visitati in tutta la Turchia, Pamukkale, il famoso “Castello di Cotone” con rocce bianche e terme a disposizione di tutti, merita davvero una sosta?

Leggi

Efeso: ne vale davvero la pena?

Continuano le nostre avventure e in quest’episodio di Direzione Giappone, sempre dalla Turchia, siamo arrivati in una delle località più turistiche del paese ovvero Efeso!

Leggi